AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SISC
















 


Siti tematici
---




Punto Cliente INPS -Maletto

 

Trova le offerte di lavoro pubblicate in tutta Italia, ricerca ora!

www.jobbydoo.it  
  • 28 settembre 2020

    REALIZZAZIONE DI PERCORSI FORMATIVI

    AVVISI PER LA REALIZZAZIONE DI PERCORSI FORMATIVI DI QUALIFICAZIONE MIRATI AL RAFFORZAMENTO DELL’OC...

    Continua...

  • 9 luglio 2019

    OFFERTE DI LAVORO

    Ultime proposte di lavoro da EURES - Il Portale Europeo Della Mobilità Professionale

    Continua...

  • 4 marzo 2019

    PROGETTO : I.R.I.P.A. - AGRICOLTURA SILVICOLTURA E PESCA 2

    Corso Formativo per "ADDETTO AL GIARDINAGGIO E ORTOFRUTTICOLTURA"

    Continua...

  • 4 marzo 2019

    PROGETTO : I.R.I.P.A. - SERVIZI TURISTICI

    Corso Formativo per "COLLABORATORE POLIVALENTE NELLE STRUTTURE RICETTIVE E RISTORATIVE"

    Continua...

  • 18 gennaio 2019

    Corso Triennale gratuito

    " TECNICO DEL RESTAURO DI BENI CULTURALI "

    Continua...

News


Tutti gli elementi

12/01/2021

AVVISO PUBBLICO

Contributi a fondo perduto per le spese di gestione sostenute dalle attività economiche commerciali e artigianali operanti nel Comune di Maletto. L’istanza deve essere inviata esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo del Comune protocollo_generale@malettopec.e-etna.it entro e non oltre le ore 14:00 del 01/03/2021.

 

Logo Comune di Maletto


AVVISO PUBBLICO

Contributi a fondo perduto per le spese di gestione
sostenute dalle attività economiche commerciali
e artigianali operanti nel Comune di Maletto.

 

DPCM del 24 settembre 2020 di ripartizione, termini, modalità di accesso e rendicontazione dei contributi ai comuni delle aree interne, a valere sul Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 302 del 4 dicembre 2020


ARTICOLO 1 - CONTESTO E FINALITÀ DELL’AVVISO

L’articolo 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, in particolare, i commi 65-ter, 65-quater e 65-quinquies così come modificati dal comma 313 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2019, n.160 e dall’articolo 243 del decreto-legge n. 34 del 19 maggio 2020, stabiliscono che: “65-ter. Nell'ambito della strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne, presso il Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei ministri è istituito un fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali con una dotazione di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022. Il fondo è ripartito tra i comuni presenti nelle aree interne con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta dal Ministro per il Sud e la coesione territoriale, che ne stabilisce termini e modalità di accesso e rendicontazione. 65-quater. Agli oneri derivanti dal comma 65-ter si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per lo sviluppo e la coesione - programmazione 2014-2020 di cui all'articolo 1, comma 6, della legge 27 dicembre 2013, n. 147. 65-quinquies. Il Fondo di cui al comma 65-ter è incrementato di euro 60 milioni per l'anno 2020, di Euro 30 milioni per l'anno 2021 e di euro 30 milioni per l'anno 2022, anche al fine di consentire ai Comuni presenti nelle aree interne di far fronte alle maggiori necessità di sostegno del settore artigianale e commerciale conseguenti al manifestarsi dell'epidemia da Covid-19. Agli oneri derivanti dal presente comma si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per lo sviluppo e la coesione - programmazione 2014-2020 di cui all'articolo 1, comma 6, della legge 27 dicembre 2013, n. 147”.

La delibera CIPE n. 8 del 2015, con la quale si è preso atto dell’Accordo di Partenariato tra Italia e Unione Europea 2014-2020, ha definito, tra l’altro, gli ambiti territoriali e le linee di azione della Strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne, volta a perseguire un’inversione di tendenza demografica, migliorare la manutenzione del territorio ed assicurare un maggiore livello di benessere e inclusione sociale dei cittadini di queste aree, caratterizzate dalla lontananza dai servizi essenziali, attraverso il migliore utilizzo e la valorizzazione del capitale territoriale.

La delibera del CIPE n. 52 del 2018 ha preso atto, tra l’altro, degli esiti del complessivo procedimento di selezione delle aree interne, tra le quali ripartire i finanziamenti nazionali disponibili a legislazione vigente, su proposta delle singole Regioni interessate.

Il DPCM del 24 settembre 2020 ha stabilito i criteri di ripartizione, termini e modalità di accesso e rendicontazione dei contributi ai comuni delle aree interne, a valere sul Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 302 del 4 dicembre 2020.

La Giunta Comunale con propria deliberazione N. 90/2020 ha preso atto delle somme assegnate al Comune di Maletto dal succitato DPCM ed ha contestualmente provveduto alla nomina del RUP dando così avvio al procedimento oggetto del presente Avviso.

Il presente Avviso è volto a fornire una tempestiva risposta alle piccole e micro imprese, anche al fine di fronteggiare le difficoltà correlate all'epidemia di COVID19, semplificando i tempi, la complessità del processo di istruttoria e di erogazione secondo l'indirizzo in tal senso disposto del DPCM sopra richiamato.

L’Avviso garantisce il rispetto dei principi di pari opportunità e di non discriminazione come sanciti dall’articolo 7 del Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013 e di sviluppo sostenibile di cui all’articolo 8 del medesimo Regolamento.

 

ARTICOLO 2 - DOTAZIONE FINANZIARIA

L'importo complessivo dei fondi messi a disposizione con il presente Avviso è pari a €. 59.669,00, a valere sulla quota della prima annualità di cui al DPCM sopra citato, che sarà cosi suddiviso:

20.000,00 per l’ambito di intervento di cui alla lettera a) del successivo art. (5);

39.669,00 per l’ambito di intervento di cui alla lettera b) del successivo art. (5).

Le eventuali somme residue su una delle linee di intervento andranno ad integrare il fondo della linea capiente.

 

ARTICOLO 3 - CONDIZIONALITÀ EX ANTE AIUTI DI STATO

1. Le agevolazioni di cui al presente Avviso sono concesse ai sensi e nei limiti del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti "de minimis", del regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108.

2. Nel rispetto del Decreto n. 115 del 31 maggio 2017, inerente il Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA), pubblicato in G.U. n.175 il 28/07/2017, il Comune assicura l’inserimento dei dati nel RNA, in vigore dal 12 agosto 2017, nel rispetto del Decreto Legge 30 dicembre 2016, n. 244 -articolo 6, comma 6, tenuto conto del Regolamento recante la disciplina per il funzionamento del RNA adottato, ai sensi dell’articolo 52, comma 6, della Legge 24 dicembre 2012, n. 234 e ss.mm.ii., con il decreto 31 maggio 2017, n. 115.

3. Oltre alle funzioni di controllo, il RNA rafforza e razionalizza le funzioni di pubblicità e trasparenza relativi agli aiuti concessi (nello specifico sovvenzioni), in coerenza con le previsioni comunitarie.

4. Ai fini del calcolo dell’importo dell’aiuto concedibile e della determinazione dei costi ritenuti ammissibili, riferiti alla tipologia d'aiuto di cui al presente Avviso, gli importi riconosciuti nei provvedimenti di concessione e di liquidazione sono al lordo di qualsiasi imposta o altro onere.

 

ARTICOLO 4 - SOGGETTI BENEFICIARI

1.I beneficiari del presente Avviso sono le piccole e micro imprese - di cui al decreto* del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 aprile 2005 - che:

  • svolgono, alla data di presentazione della domanda, attività economiche in ambito commerciale e artigianale (iscritte all’albo delle Imprese artigiane) attraverso un’unità operativa (unità locale) ubicata nel territorio del Comune di Maletto ovvero intraprendano nuove attività economiche nel territorio comunale;

  • sono regolarmente costituite e iscritte al Registro Imprese o, nel caso di imprese artigiane, all'Albo delle imprese artigiane e risultino attive al momento della presentazione della domanda;

  • non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo;

*ai sensi della vigente normativa si definisce microimpresa l’impresa che ha meno di 10 occupati e un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro - si definisce piccola impresa l’impresa che ha meno di 50 occupati, e un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro che esercitano un’attività commerciale o artigianale che ne faranno richiesta e soddisfino le condizioni di cui al presente bando.

ARTICOLO 5 - AMBITI DI INTERVENTO

  1. erogazione di contributi a fondo perduto per spese di gestione;

  2. iniziative che agevolino la ristrutturazione, l’ammodernamento, l’ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, incluse le innovazioni tecnologiche indotte dalla digitalizzazione dei processi di marketing on line e di vendita a distanza, attraverso l’attribuzione alle imprese di contributi in conto capitale ovvero l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, per investimenti immateriali, per opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti.

ARTICOLO 6 - DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

1. Il contributo, concesso nella forma del fondo perduto, è determinato in percentuale secondo i seguenti criteri (esempio):

  1. 100% per le imprese con ambito di intervento di cui alla sezione a) dell’art. 5 del presente Avviso con un limite di € 1.000,00;

  2. 100% per le imprese con ambito di intervento di cui alla sezione b) dell’art. 5 del presente Avviso con un limite di € 5.000,00;

Il limite massimo di contributo concedibile ad ogni azienda è pari a euro 5.000,00.


ARTICOLO 7 – CUMULO

1. Per le misure temporanee di aiuto di cui al presente Avviso, è prevista la possibilità di cumulo con i regimi di aiuti previsti dal Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale epidemia di COVID-19, e ss.mm.ii., conformemente alle disposizioni di cui alle sezioni specifiche dello stesso.


ARTICOLO 8 - MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

1. Per la concessione del contributo a fondo perduto i soggetti interessati presentano una istanza al Comune con l’indicazione del possesso dei requisiti definiti dagli articoli 4 e 5, secondo il format Allegato A, che forma parte integrante e sostanziale del presente Avviso.

2. L’istanza deve essere inviata esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo del Comune protocollo_generale@malettopec.e-etna.it entro e non oltre le ore 14:00 del 01/03/2021.

3. Altre modalità di invio comportano l’esclusione della candidatura.

4. A pena di nullità la domanda:

- dovrà essere regolarmente sottoscritta dal titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società e corredata dal documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore.

5. A pena di esclusione la domanda:

- dovrà essere redatta in conformità all’Allegato A con indicazione nell’apposito riquadro del numero di serie della marca da bollo da €. 16,00 (il cui originale dovrà essere conservato dal beneficiario ai sensi del successivo art. 14);

- dovrà essere corredata, in separato file, dalla attestazione rilasciata da soggetti deputati alla presentazione di dichiarazioni fiscali, firmata digitalmente, da cui risulti la sussistenza dei requisiti di ammissibilità in capo all’istante (Allegato B);

- dovrà essere corredata, in separato file, da apposita scheda di auto attribuzione del punteggio in base ai criteri di cui al successivo n. 3 dell’art. 9 (solo per le istanze a valere solo per la linea b) debitamente sottoscritta dall’istante.

6. Le dichiarazioni mendaci, circa il possesso dei requisiti di cui al precedente comma, saranno oggetto di segnalazione alle competenti Autorità giudiziarie. Le dichiarazioni rese dagli istanti, nell’ambito del presente intervento, saranno oggetto di verifica a campione da parte dei competenti organi di controllo dell’Amministrazione finanziaria.

7. È ammissibile una sola richiesta di contributo. Qualora risulti inviata più di una domanda, sarà considerata valida l’ultima istanza pervenuta entro i termini che annullerà e sostituirà quella precedentemente inviata.


ARTICOLO 9 –VALUTAZIONE DELLE ISTANZE

La valutazione delle istanze verrà effettuata con le modalità di seguito descritte.

Ricevibilità e ammissibilità

  1. Il Responsabile del Procedimento procede alla verifica dei requisiti di ricevibilità volta ad accertare la regolarità formale dell’istanza mediante la verifica della:

  • presentazione entro i termini di scadenza di cui all’articolo 8 comma 2;

  • presenza della domanda, redatta in conformità all’Allegato A e firmata dal titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società;

  • presenza del documento di identità in corso di validità del titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società;

  • presenza dell’attestazione rilasciata da soggetti deputati alla presentazione di dichiarazioni fiscali, firmata digitalmente, da cui risulti la sussistenza dei requisiti di ammissibilità in capo all’istante (Allegato B);

  • presenza della scheda di auto attribuzione dei punteggi nel caso si concorra per la linea di intervento b).

Non è da considerare causa di esclusione la parziale mancanza di elementi formali a corredo della domanda, che potrà essere integrata su richiesta del responsabile del procedimento. Infatti, qualora uno o più documenti, ancorché prodotti, necessitino di perfezionamento, il Comune assegna un termine per la presentazione di chiarimenti/integrazioni.

Istanze ammissibili

  1. Al termine della ricevibilità e ammissibilità, il Responsabile del Procedimento procede a stilare l’elenco delle istanze ammissibili a contributo e delle irricevibili/inammissibili;

  2. Nel caso le risorse disponibili siano inferiori a quelle spettanti alle istanze ammissibili, il Responsabile del Procedimento provvederà a stilare una graduatoria:

- per le istanze presentate a valere sulla linea di intervento di cui alla lettera a) del superiore art. 5), in base al criterio cronologico di presentazione.

- per le istanze presentate a valere sulla linea di intervento di cui alla lettera b) del superiore art. 5) attribuendo a ciascuna istanza un punteggio che sarà determinato come segue:

- anzianità di iscrizione nel registro imprese:

da zero a tre anni: punti 10;

da tre a cinque anni: punti 8;

superiore a cinque anni: punti 6.

- Numero di dipendenti dell’azienda all’atto della presentazione della domanda:

pari o superiori a cinque: punti 10;

da tre a cinque punti: 8;

da uno a due punti: 6.

- mesi di chiusura a seguito dei provvedimenti governativi per il contrasto alla diffusione del COVID 19:

pari o superiore a tre mesi: punti 5;

inferiori a tre mesi: punti 3.

  1. Al termine della procedura valutativa, il Responsabile del Procedimento procede a stilare l’elenco delle istanze ammissibili a contributo, ammissibili e non finanziabili per carenza di risorse e irricevibili/inammissibili. La conclusione dell’attività istruttoria e della valutazione di merito deve avvenire entro il termine di 30 giorni dal suo avvio, fatta salva la necessità di prolungare tale termine come conseguenza della numerosità e complessità delle domande pervenute.


ARTICOLO 10 – PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI CONSEGUENTI ALL’ISTRUTTORIA

1. Il Responsabile del Procedimento, ricevuti gli esiti definitivi sulla valutazione delle domande di ammissione da parte del responsabile dell’istruttoria, con appositi provvedimenti approva l’elenco delle domande:

  • ammissibili a contributo;

  • non ammissibili per carenza di risorse;

  • irricevibili/inammissibili con indicazione delle motivazioni per le quali le domande non sono da considerare irricevibili/ammissibili.

2. I provvedimenti amministrativi adottati, riguardanti gli esiti del presente Avviso, saranno pubblicati sul sito del Comune al link: www.comune.maletto.ct-egov.it.

3. La pubblicazione di detti provvedimenti ha valore di notifica per gli interessati a tutti gli effetti di legge.

4. Ai soggetti proponenti le istanze ammesse a finanziamento è data comunicazione scritta, tramite PEC dell’ammontare dell’importo del contributo riconosciuto, previa interrogazione del Registro Nazionale degli aiuti di Stato (RNA), istituito ai sensi dell’articolo 52 della L. n.234/2012 ed adeguato ai sensi dell’art. 69 del D. L. 19 maggio 2020 n. 34.

5. Entro il termine di quindici giorni dal ricevimento della suddetta comunicazione, per consentire la conferma della registrazione sul RNA, il beneficiario, pena la decadenza dai benefici, deve confermare con apposita comunicazione la volontà di accettare il contributo.

6. A ciascun intervento sarà assegnato un “Codice unico di progetto” (CUP), che sarà comunicato dal Comune.

 

ARTICOLO 11 – MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

1. La liquidazione del contributo è effettuata in un’unica soluzione, mediante accredito sull’IBAN del conto corrente bancario o postale del beneficiario dichiarato in domanda, a seguito dell’approvazione degli elenchi delle domande ammissibili.

 

ARTICOLO 12 – GESTIONE DELL’INTERVENTO

1. La gestione del presente intervento avverrà ad opera del dott. Salvatore Spatafora del Comune di Maletto supportato da idonea assistenza tecnica.

 

ARTICOLO 13 – RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E INFORMAZIONI

1. Il presente Avviso ed i relativi allegati (Allegato A e Allegato B) sono pubblicati sul sito istituzionale del Comune.

2. Il Responsabile Unico del Procedimento è il dott. Salvatore Spatafora.

3. Ulteriori informazioni sulla presente procedura potranno essere richieste tramite invio all’indirizzo mail: sviluppo@comune.maletto.ct.it oppure telefonando al 095.7720616.

4. Il trattamento dei dati inviati dai soggetti interessati si svolgerà in conformità alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 196/2003 e nel GDPR Reg. UE 2016/679 per finalità unicamente connesse alla procedura di manifestazione di interesse in essere. Il titolare del trattamento è il Comune nella persona del suo Sindaco pro-tempore; il responsabile del trattamento dei dati è il Dott. Salvatore Spatafora.

 

ARTICOLO 14 – OBBLIGHI A CARICO DEL BENEFICIARIO

1. Il Beneficiario del finanziamento è tenuto a:

  1. archiviare e conservare tutta la documentazione relativa all’intervento presso la propria sede, nel rispetto dell’art. 140 del Reg. 1303/2013, che consente la conservazione dei documenti oltre che in originale anche in copie autentiche o su supporti per i dati comunemente accettati, comprese le versioni elettroniche di documenti originali o documenti esistenti esclusivamente in formato elettronico;

  2. fornire al Comune, in qualsiasi momento, i dati e le informazioni per il monitoraggio finanziario, fisico e procedurale dell’intervento di cui al presente Avviso;

  3. presentare la documentazione completa, nei tempi e modi stabiliti;

  4. rendere disponibile la documentazione a richiesta dei soggetti che esplicano l’attività di controllo di cui al successivo Articolo 15;

  5. comunicare tempestivamente l’intenzione di rinunciare al contributo;

  6. rispettare la normativa in tema di pubblicità e informazione;

  7. conservare, nel fascicolo dell’operazione, l’originale della marca da bollo utilizzata per inserire il numero di serie sulla “Domanda di ammissione al finanziamento”.

ARTICOLO 15 – CONTROLLI E MONITORAGGIO

1. Le dichiarazioni rese dagli istanti nell’ambito del presente intervento saranno oggetto di verifica a campione da parte degli organi di controllo dell’Amministrazione competente.

ARTICOLO 16 - REVOCHE

1. Nel caso in cui il beneficiario non si renda disponibile ai controlli in loco, o non produca i documenti richiesti nel termine di 30 giorni dalla ricezione della comunicazione relativa alla notifica di sopralluogo, si procederà alla revoca d’ufficio del contributo.

2. Nel caso in cui, a seguito dei controlli, si verifichi che il contributo è stato erogato al beneficiario in assenza dei requisiti necessari o in presenza di false dichiarazioni, il Comune procede alla revoca totale delle agevolazioni.

3. Qualora la revoca del contributo intervenga dopo la liquidazione dello stesso si provvederà anche al recupero delle somme eventualmente già erogate, alle quali sarà applicato il tasso d’interesse legale, con riferimento al tasso vigente nel giorno di assunzione al protocollo comunale dell’atto di richiesta di restituzione dell’aiuto erogato.

ARTICOLO 17 – INFORMAZIONI PER LE PROCEDURE DI ACCESSO

1.In osservanza dell’art. 8 della Legge 241/1990 e successive modifiche, si comunica quanto segue:

-il procedimento sarà avviato entro cinque giorni lavorativo successivi alla data di scadenza di presentazione delle domande. Nessuna comunicazione ulteriore verrà data in ordine alla fase di avvio del procedimento;

-gli atti del presente procedimento potranno essere visionati presso:

Comune di Maletto Ufficio Sviluppo Economico e Attività Produttive.

2. Le determinazioni adottate a conclusione del presente procedimento potranno essere oggetto di impugnazione mediante ricorso in opposizione o ricorso al TAR, rispettivamente, entro 30 giorni o entro 60 giorni dalla notifica delle stesse o comunque dalla conoscenza del loro contenuto.

 

ARTICOLO 18-TUTELA DELLA PRIVACY

1. Per la tutela del diritto alla riservatezza trovano applicazione le disposizioni di cui al D.Lgs. n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e al Regolamento (UE) 2016/679 "Regolamento Generale sulla Protezione dei dati” (GDPR).

 

ARTICOLO 19 – RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

1. Il titolare del procedimento è il Comune di Maletto.

Il Responsabile del Trattamento e Responsabile del Procedimento è il Dott. Salvatore Spatafora.

Le informazioni sul procedimento potranno essere richieste al seguente indirizzo di posta elettronica: sviluppo@comune.maletto.ct.it.

 

ARTICOLO 21-DISPOSIZIONI FINALI

1. L’Amministrazione si riserva, per motivi di pubblico interesse, la facoltà di annullare o revocare la presente procedura. In tal caso, i richiedenti non potranno avanzare alcuna pretesa di compenso o risarcimento.

2. Il presente Avviso è pubblicato sul sito web del Comune di Maletto.

 

ARTICOLO 22–ALLEGATI

Allegato A e B

 

 
 

 

   

Maletto, lì 12 gennaio 2021

 

 

Il Responsabile P.O.
Area Economico-Finanziaria

 

dr. Salvatore Spatafora

Documenti :

Dettagli Allegato_A_-_Schema_di_domanda.pdf

Dettagli Allegato_A_-_Schema_di_domanda.rtf

Dettagli Allegato_B_-_Dichiarazione_professionista.pdf

Dettagli Allegato_B_-_Dichiarazione_professionista.rtf

Dettagli Avviso.pdf

Dettagli determina_n_97.pdf

PRIMA PAGINA

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE21 dicembre 2020per le ore 19:00, è stato convocato, in SEDUTA ORDINARIA, il Consiglio Comunale, presso Sala Consiliare del Palazzo Comunale.

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE29 novembre 2020per le ore 11:00, è stato convocato, in SEDUTA ORDINARIA, il Consiglio Comunale, presso Sala Consiliare del Palazzo Comunale.

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE21 ottobre 2020per le ore 19:00, è stato convocato, in SEDUTA ORDINARIA, il Consiglio Comunale, presso Sala Consiliare del Palazzo Comunale.

 
 
QUESTIONARIO DI GRADIMENTO DEL PORTALE E DEI SERVIZI SISC
QUESTIONARIO DI GRADIMENTO DEL PORTALE E DEI SERVIZI SISC PER I CITTADINI E LE AZIENDE
 
 
 
Seguici su Facebook
 
VIDEO DEL CONSIGLIO COMUNALE
Consiglio Comunale
del 21 dicembre 2020
- Sessione Ordinaria -
1) Lettura ed approvazione dei verbali della seduta precedente dal n. 19 al n. 21 del 29/11/2020; -- 2) Approvazione programma triennale dei LL.PP. 2021-2023 ed elenco annuale 2021; -- 3) Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobili (art. 58 del D.L. n. 112/2008 convertito con L. 133/2008 con le modifiche di cui alla sentenza della Corte C. n. 340/2009) per la formazione del bilancio di previsione 2021; -- 4) Verifica della quantità e qualità di aree fabbricati da destinare alla residenza e alle attività produttive e terziarie. Determinazione del prezzo di cessione per Piano 2021; -- 5) Approvazione programma biennale degli acquisti di forniture e servizi art. 21 D.Lvo. 50/2016; -- 6) Approvazione schema di convenzione per lo svolgimento in forma associata del servizio di segreteria comunale tra i comuni di Maletto (CT) e di Mongiuffi Melia (ME).
 
 
Archivio Video delle sedute del Consiglio Comunale
(clicca sul link)

 
 dal Canale YouTube del Comune di Maletto, ecco il video della Cerimonia di intitolazione della Piazza dedicata ai Vigili del Fuoco Giorgio Grammatico e Dario Ambiamonte
(Sala Consiliare del Comune)
Maletto 23 luglio 2019

 
 ...ed il video dello speciale su Maletto
andato in onda su Marcopolo Tv.
Buona visione...
 
 
... Spot per la sensibilizzazione alla raccolta differenziata, realizzato nell'ambito del Percorso Alternanza scuola lavoro "Penso il mio futuro", dagli alunni dell'Istituto "V. Ignazio Capizzi" di Bronte. Si ringraziano gli alunni Incognito Rossella, Gugliuzzo Samuele, Schilirò Claudia, Cantarella Maria Donata, Minissale Francesca e Leanza Alessandra, per l'impegno e l'interesse dimostrato. Il vice Sindaco dr. Ausilia Calì.
 
 

 
  • 17 luglio 2020

    Phonetica - Centro consulenza sordità - con il patrocinio del Comune di Maletto, organizza la giorn...

    L'invito è rivolto a tutti i cittadini per mercoledì 29 luglio 2020, presso i locali del Comune siti...

    Continua...

  • 12 dicembre 2019

    Il Co.Re.Com Sicilia (Comitato Regionale per le Comunicazioni). VADEMECUM INFORMATIVO

    Il Co.Re.Com Sicilia (Comitato Regionale per le Comunicazioni), organo funzionale dell'AGCOM (Autori...

    Continua...

  • 10 dicembre 2019

    PREMIO THEMIS 2019/2020

    Decima edizione del “PREMIO THEMIS”, il concorso di poesia, racconto breve e saggio storico inediti ...

    Continua...

  • 31 maggio 2019

    Premio Themis – IXª Edizione 2019

    Cerimonia di premiazione venerdì pomeriggio 7 giugno 2019, aula magna Istituto superiore "Benedetto ...

    Continua...

  • 4 marzo 2019

    PREMIO THEMIS 2019. IXª edizione del “PREMIO THEMIS”, il concorso di poesia, racconto breve e saggi...

    Prorogato al 15 Marzo 2019 il termine per la presentazione delle opere.

    Continua...